ORIGAMI ITALIANI: quando l’amore per il food e il design s’incontrano in cucina!

ORIGAMI ITALIANI non è solo un nuovo concept ma una vera propria filosofia di stile e vita. Scopri l’ idea di Chef Rubio e Filippo Protasoni presentata durante la Milano Design Week!

Oramai è risaputo che il Fuori Salone a Milano (anche detto Milano Design Week) è il momento più atteso dell’anno perchè vengono presentate le novità di settore. Che siano delle pure rivisitazioni di grandi classici oppure l’unione di oggetti che mai avremmo pensato si potessero unire, questo è ciò che accade.

Proprio ORIGAMI ITALIANI rappresenta quest’unione, di due settori in realtà ma di amici ancora prima, che mai avremmo pensato insieme.

A ben pensarci il design, come il food, vive e influenza la nostra quotidianità. E se il primo fosse a sostegno del secondo? Ecco il progetto di Chef Rubio e Filippo Protasoni realizzato all’interno di Pasta D’autore in via Cesare Correnti al civico 7 (zona sant’Ambrogio – M2 Verde).

 

 

In cosa consiste ORIGAMI ITALIANI?

ORIGAMI ITALIANI rappresenta un nuovo sistema integrato di prodotto, packaging e comunicazione rivolto alla produzione, alla vendita e alla fruizione della pasta fresca. Il progetto parte dall’antica tradizione del ‘fatto a mano’ per creare una nuova visione economica e culturale che coinvolge i produttori tanto quanto i consumatori. Il tutto sintetizzato in un innovativo sistema di design che rilegge la gestualità del “fare la pasta” portandola nel mondo del packaging: una risma di fogli di carta che diventano, con un gesto semplice, una confezione elegante e contemporanea progettata per la vendita, il trasporto e il consumo di pasta fresca.

Un sistema che introduce un cambio di visione all’interno dei pastifici artigianali, nei negozi, nelle case, nelle abitudini dei consumatori, offrendo una rinnovata prospettiva di vendita e fruizione che valorizza un prodotto tipicamente italiano e tradizionale come la pasta fresca.

 

La mia esperienza con ORIGAMI ITALIANI!

Proprio durante il Fuori Salone ho partecipato a uno dei laboratori organizzati all’interno di Pasta D’autore, l’attività che nasce da una famiglia con un’idea in testa: trovare un’alternativa al classico ristorante per gustare a due passi dal Duomo un piatto di pasta fresca condita con ingredienti di altissima qualità.

Insieme a me diversi i partecipanti che hanno voluto cimentarsi nella creazione di un raviolo fatto con le proprie mani. E’ stato divertente poter mettersi sul piano di lavoro e creare un piccolo capolavoro. Oltre ad essere un momento in cui i partecipanti, italiani ed esteri, hanno potuto conoscersi scambiando alcune battute.

Come dici… perchè ho partecipato al laboratorio? E’ vero, sono capace di preparare ciò che chiamiamo pasta fresca però… vuoi mettere il non partecipare “perchè tanto so fare” a confronto della sexyness di Chef Rubio? … mi hai scoperto hahaha :-D.

Ricorda sempre: in cucina c’è sempre da imparare! 🙂

 

Ci vediamo al prossimo laboratorio,

La Rasdora

 

 

Chef Rubio

Filippo Protasoni

Autore dell'articolo: Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *