#SaporeInLombardia: 7 tappe per scoprire un territorio! - unarasdorasingleincucina

#SaporeInLombardia: 7 tappe per scoprire un territorio!

Il minestrone esotico di #unarasdorasingleincucina
18 Febbraio 2017
Riso integrale con spinaci al profumo di basilico!
21 Febbraio 2017
Condividi sui social:

Con InLombardia-Explora e Grow the Planet, alla scoperta di un territorio ricco di bontà. E per una rasdora, come me, che vuole scoprire il buon cibo, l’ottimo vino e la convivialità di ogni località è un qualcosa da vivere a tutto tondo. Oggi ti racconto la mia esperienza. Scopri la tappa di Monza!

#SaporeInLombardia e Gualtiero Marchesi

Come proseguimento di EXPO nasce il progetto #SaporeInLombardia, con l’obiettivo di promuovere il territorio lombardo e le sue ricchezze. In collaborazione con il Maestro Gualtiero Marchesi, ha preso forma un programma fatto di gusto e arte (suddiviso in tappe) all’interno della regione.

Sapore in Lombardia racconta gli incontri e le scoperte del Maestro fra le eccellenze gastronomiche e artistiche della regione. Tra un quadro e una meraviglia architettonica, Sapore in Lombardia costruisce sette itinerari della Regione: tra le delizie gastronomiche lombarde e le ricette che le valorizzano, attraverso video, ricette, incontri, prodotti.
7 itinerari per mostrare il Bello e il Buono della Lombardia e soprattutto per cercare ispirazioni per un viaggio… Insieme a Gualtiero Marchesi percorrerete un viaggio fra le tradizioni, i luoghi d’arte e le bellezze paesaggistiche, per concludersi infine a tavola, gustando gli insuperabili piatti della cucina lombarda più rappresentativa, tradizionale e non.
Fra gusto e arte, il viaggio con il Maestro vi permetterà di conoscere persone, attività, località, bellezze artistiche e prelibate ricette dell’intera Lombardia.

#SaporeInLombardia: tappe e location!

Sono 7 le tappe organizzate da InLombardia-Explora e Grow the Planet, il neo nato social network dedicato alla coltivazione dell’orto in ambiente urbano, tutte dedicate alla buona tavola della regione Lombardia.

Con entusiasmo e curiosità accetto l’invito e, insieme ad altre foodblogger, preparo il trolley per visitare Monza.

Una volta arrivate, noto subito una caratteristica: la città accoglie al meglio i visitatori grazie alla maestosa Villa Reale, visibile fin dal primo ingresso. Sistemati i bagagli…. che il tour abbia inizio!

Durante il pomeriggio abbiamo visitato due delle eccellenze locali: il Gruppo Meregalli e il Mondo di Mezzo.

GRUPPO MEREGALLI

Realtà, storica nella zona come ci spiega il presidente Meregalli, rappresenta un gruppo dedicato alla distribuzione di numerosi e importanti etichette di vino che, assieme ai poli associati, si dedica al mondo “Wine & Spirits” a 360°.

Durante la visita, ho notato una peculiarità capace di rafforzare la storicità dell’azienda e della città di Monza.

Se penso a Monza, penso subito alla famosa Monaca di Monza… e perchè ti dico questo? L’headquarter e il museo Vinarte poggiano proprio sulle vecchie fondamenta del Convento. Infatti le cantine conservano ancora la struttura originale del XV° secolo e grazie a una importante ristrutturazione si è potuto tornare all’antico splendore dei locali. Anche il temuto pozzo è visibile e ben curato in un loro lato.

Vinarte è un museo unico nel suo genere, infatti è l’unica struttura che fonde il vino, l’arte, la cucina con il lavoro quotidiano. Lungo i tre piani adibiti a museo si snoda un percorso creato per esaltare il vino.

Una realtà tutta da scoprire!

IL MONDO DI MEZZO

Il mondo di mezzo, piccola realtà nel centro di Usmate, invece richiama un mondo incantato e fatto di bontà e alimenti genuini, racchiusi in chiave innovativa. Simona e Giovanni, difatti, sono ricercatori nell’anima perchè cresciuti professionalmente nella ricerca chimica – farmaceutica. La passione per il cibo e l’alimentazione genuina, poi, li ha portati su questa strada dove c’è ancora spazio per la sperimentazione e la continua ricerca della perfezione del prodotto finito.

Studio, studio e studio su come trasformare in gelato quello che propone Simona, è il compito di Giovanni. E’ lui che pensa come bilanciare un gelato o un sorbetto attraverso la conoscenza degli zuccheri, grassi e proteine.

Come trasformare una torta all’arancia e al cioccolato?

Per Giovanni è possibile, scopri la ricetta!

BIRRIFICIO CARROBIOLO

E per concludere la giornata, tutti al birrificio Carrobiolo dove la birra è di casa! Infatti i proprietari sono birrai e si occupano direttamente di tutto il processo produttivo: selezione e approvigionamento delle materie prime, creazione e messa a punto delle ricette, ciclo di ammostamento e bollitura, fermentazione e maturazione, confezionamento in bottiglie e fusti.

Al birrificio si producono birre sia a bassa che ad alta fermentazione, sia leggere che forti, sia chiare che scure, sia amare che dolci. Inoltre, le birre Carrobiolo hanno ottenuto i più alti riconoscimenti nella “Guida alle birre d’Italia” per tre edizioni consecutive: 2011, 2013 e 2015.

Annesso alle strutture del birrificio poi, vi è il locale dove poter degustare le ricette preparate con le birre Carrobiolo oppure in abbinamento ad esse.

Peccato il mal tempo, la visita al Parco di Villa Reale non è stata possibile. In compenso, per il meeting conclusivo, abbiamo potuto degustare il pranzo, preparato nelle cucine reali, e scoprire nuovi piatti come il risotto alla monzese che mi ricorda tanto il risotto alla pilota tipico delle zone di Mantova ma differente per la spolverata di zafferano.

Onorata di questa mia partecipazione, vi invito a scoprire la località in cui vi trovate attraverso il buon cibo, l’ottimo vino e la convivialità locale!

Se ne possono scoprire di belle,

alla prossima!

Rasdora
Rasdora
Sono una cuoca a domicilio e porto l'Emilia-Romagna nelle case delle persone. Pranzi, cene e molto altro: dai uno sguardo alla mia creatività, commenta o condividila se secondo te può essere di aiuto a chi conosci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *