Per Pasqua torna “Georgica” - Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi a Guastalla (RE) - unarasdorasingleincucina

Per Pasqua torna “Georgica” – Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi a Guastalla (RE)

Insalata di farro broccoli e pomodorini secchi
18 Marzo 2019
Fesa di tacchino ripiena di spalmabile all’aceto balsamico di Modena Giusti
25 Marzo 2019

A Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, proprio sulle sponde del fiume Po tornano i colori della VII edizione di “Georgica” la Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi. Scopri la manifestazione qui!

E’ Guastalla, cittadina emiliana, antica capitale dei Gonzaga, posta nel crocevia tra Reggio Emilia, Parma e Mantova, la protagonista della prossima Pasqua. Qui, nello scenario unico delle rive del Grande Fiume, si svolge la settima edizione di “Georgica”, festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi.

Pasqua con Georgica 2019 – Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi a Guastalla (RE)

Seguendo una tendenza che cresce, il ritorno alla terra da parte dei giovani e il ritorno della campagna in città, un mondo rurale da conoscere, salvare e reinventare questo è il focus dei 200 espositori specializzati nei diversi settori: dal vivaismo all’artigianato, all’enogastronomia.

Presente anche un programma di spettacoli, incontri
e conversazioni con esperti che affrontano le tematiche più curiose e interessanti relative a uno sviluppo sostenibile del pianeta, alla biodiversità, alla cura degli animali domestici e d’allevamento, ai frutti della terra, dall’orto alla cucina.


La manifestazione è realizzata dall’Associazione guastallese Gemellaggi ed Eventi, a cura di Arvales Fratres, con il patrocinio del Comune di Guastalla.

Georgica è la sorella minore della nota rassegna autunnale Piante e animali perduti, e intende celebrare le pratiche agricole del lavoro dei campi, la vita all’aria aperta, l’acqua come fonte di vita, oltre a un patrimonio culturale, gastronomico e naturalistico-paesaggistico ancora per molti versi da scoprire.
La vivace schiera di stand che fiancheggiano il grande fiume, dal lido di Guastalla fino a Gualtieri, offre la possibilità di scoprire un giardino sorprendente e colorato
di iris, begonie, viole, gerani, margherite, fresie, tulipani, narcisi, rose antiche e moderne, piante acquatiche e fitodepuratrici, cactacee, erbacee perenni e piante aromatiche officinali. La mostra sfoggia poi un grande campionario di varietà di piante da frutto antiche o avvolte nell’oblio come ciliegi, peschi, peri, meli e susini e frutti dal sapore particolare, oltre a un variopinto mercato di semi e ortaggi. Non mancano attrezzi e arredi per il giardino.
Appagato il piacere degli occhi, la kermesse guastallese offre il meglio
dell’enogastronomia. Difendere il cibo vero, metterne in luce i benefici per l’ambiente e l’uomo, conoscere i produttori e i loro segreti: sono le parole d’ordine.

A Guastalla poi si ha la possibilità di conoscere l’eccellenza alimentare italiana, in diversi casi biologica e certificata. Oltre all’esposizione e alla vendita di specialità agroalimentari provenienti da tutta Italia, ci sono le prelibatezze del territorio come il parmigiano-reggiano tradizionale, il formaggio che nasce dal latte delle bovine dal mantello rosso di razza reggiana, l’aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia, il lambrusco, il nocino, l’erbazzone e il riso.

Saranno presenti diversi punti ristoro per assaggiare i piatti della cucina
emiliana del Po dalla tradizione del fiume a quella della terra.

Spazio anche al genio creativo di artigiani italiani delle pietra, argilla, fibre naturali come la canapa, la lana, il ferro, il truciolo e il cuoio. E c’è la possibilità di riscoprire antichi mestieri con dimostrazioni pratiche come l’intreccio del salice e delle erbe palustri, del vimini, sanguinello e ulivo.

Uno degli appuntamenti più attesi è con Arte Fluviale 6, progetto di arte ambientale itinerante, a cura di Antonella De Nisco e Giorgio Teggi, che offre un nuovo sguardo sul grande fiume e sul suo paesaggio attraverso una originale pratica artistica basata sull’occupazione e ritessitura dell’ambiente naturale in affinità con la Land Art. Il termine per definire questo cammino esperienziale è in questa occasione Ondevento. Fra le pioppelle del giovane bosco, nel Teatro di Fieno alla confluenza del Crostolo con il Fiume Po, quest’anno le parole al vento galleggiano.

Georgica 2019 attende anche il pubblico più piccolo

Molte sono anche le attività per i bambini che possono così entrare in contatto con la natura: i laboratori e le attività in programma affrontano temi come la tutela
dell’ambiente e degli animali e sollecitano i più piccoli a esercitare le proprie capacità manuali, creative e motorie. Il gioco diventa protagonista di un weekend di divertimento con i giochi antichi e la creatività si esprime nei laboratori dedicati al fiume con l’utilizzo di materiali naturali come cortecce, argille, carta e colore.
Non mancano le mostre di animali domestici e di bassa corte (conigli, maiali, pecore, galline), senza dimenticare le api e il ruolo che rivestono per l’ ambito agricolo e la sua evoluzione nella contemporaneità, oltre che per gli ambienti urbani. E ci sarà lungo le sponde del Grande Fiume un’area destinata alle attività con gli asini, curata da Massimo Montanari dell’asineria didattica “Aria Aperta”, che da oltre 15 anni promuove l’utilizzo educativo di questi animali.
I visitatori possono fare anche un tuffo nel passato con il mercato del vintage, originale mercatino dell’antiquariato e del collezionismo, riservato ai curiosi e ai cultori di cose vecchie e antiche: oggetti di design, arredi, libri, porcellane, attrezzi agricoli.

GEORGICA 2019 – VII EDIZIONE: ingresso e date

  • quando: 20, 21, 22 aprile 2019
  • ingresso: 4 euro. Bambini fino ai 12 anni ingresso gratuito
  • info per i camperisti: sosta 44°55’27.65″N 10°39’10.95″E(4) AA Via U.Foscolo. Camper service, WC Wash, elettricità 3 euro x 12 ore per 6 camper, pista ciclabile, illuminazione, parzialmente ombreggiata con distributore acqua refrigerata gratuita
  • info generali: http://georgica-guastalla.it

Spero di incontrarti e poterti mostrare le antiche meraviglie della mia terra,

a presto

La Rasdora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *