Identità Golose 2017: la libertà di pensiero per Chef! - unarasdorasingleincucina

Identità Golose 2017: la libertà di pensiero per Chef!

Marta Scalabrini: da Reggio Emilia a Identità Golose 2017
16 Marzo 2017
Visitare Milano: arte e bella società nella città meneghina (parte 1)
22 Marzo 2017

Anche per gli Chef sembra esservi schemi dai quali non poter uscire. Certo se non si aggiunge il lievito una torta non si alza ma il scoprire nuove contaminazioni permette di migliorare (se non innovare) la propria cucina. Di questo si è parlato nell’ultima edizione di Identità Golose 2017. Scopri l’approfondimento!

Identità Golose 2017: l’evento enograstronomico!

Identità Golose è la prima kermesse italiana dedicata a due alte categorie culinarie: “alta cucina” e “alta pasticceria” sia nazionale e internazionale. Il format, ideato da Paolo Marchi nel 2004, è diventato una vera e propria autorità nel settore. Tanto che all’appuntamento annuale (si sono aggiunte Londra e New York) non puoi, assolutamente, mancare!

L’evento enogastronomico, giunta alla sua 13° edizione svoltasi dal 4 al 6 Marzo 2017, ogni anno presenta un nuovo tema ripercorso in ogni forma per tutta la tre giorni. In questa edizione si è parlato, con i grandi chef, della libertà di pensiero. Forse siamo abituati a vedere grandi piatti, preparati nei programmi televisivi più in voga al momento. Identità Golose 2017 ha voluto si confermare ciò che è tradizione, che vi appartiene, ma mettere l’accento sulla contaminazione e condivisione perchè tutto viaggia e il gusto, come le visioni, si plasmano.

 E’ sempre stato così, anche quello che oggi è tradizione un tempo era innovazione – Identità Golose

 

Identità Golose 2017 - Logo

 

Sintesi di 3 giorni per Identità Golose!

Una tre giorni davvero ricca, quella appena trascorsa: dalla celebrazione della Lombardia (regione ospite e capitale della gastronomia europea con i migliori locali della East Lombardy) alla presenza pomeridiana di grandi nomi della pasticceria per Dossier Dessert (Andrea Tortora, Mark Welker, Gianluca Fusto, Corrado Assenza solo per citarne alcuni). Passando per l’omaggio a Iginio Massari. Numerosi anche gli interventi per Identità di formaggio, Identità di gelato, Identità naturali, Identità di Mare, Identità di Montagna e di pizza con i maestri pizzaioli.

Seguono i due giorni dove sul palco si sono alternati nomi come Enrico Crippa, Christian Puglisi, Umberto Bombana, Heinz Beck, Cracco e molti altri per parlare della propria esperienza di viaggio, tema cruciale di Identità Golose 2017, e della libertà di espressione in cucina.

La libertà di pensiero è fondamentale come quella di viaggiare, un valore ormai messo pesantemente in discussione dagli eventi di questi anni, dall’intolleranza dilagante, dalla sempre più scarsa voglia di capire gli altri. Tutto viaggia e da sempre: viaggia l’uomo, viaggiano le idee, viaggiano i prodotti. E il gusto si trasforma – Identità Golose

A lato poi, hanno presenziato alcuni eventi collaterali come la degustazione di vini organizzata Merano Wine Festival e in cui poter degustare oltre 100 vini selezionati Helmuth Köcker, l’approfondimento dal titolo “Arte dell’ospitalità” organizzato da Cantine Ferrari Trento e il significativo talk show sponsorizzato da S. Pellegrino “Coltivare il talento, storie di successo tra maestri e allievi”.

Per l’occasione ho dato voce a una nuova chef di Reggio Emilia, individuata fra i big in scaletta, non potevo non parlati di questa nuova realtà tutta da scoprire anzi no… da assaggiare. Leggi l’anteprima della sua storia e delle sue (nostre) tradizioni!

Incontriamoci il prossimo anno!

La Rasdora

 

 

Vuoi scoprire tutti i dettagli dell’ultima edizione? Visita identitàgolose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *