Tagliatelle al ragù bolognese | La Rasdora in cucina

Tagliatelle al ragù bolognese – Primo Piatto

Millefoglie di ceci ferraresi e mortadella Bologna – Antipasto
11 Maggio 2020
Creare un menù settimanale: perché come e quando farlo senza stress!
12 Maggio 2020
Condividi sui social:

Un classicone emiliano e romagnolo sono le tagliatelle al ragù, ecco la ricetta completa!

Se dici pasta all’uovo, dici farina uova mattarello e soprattutto sfoglina ovvero colei che prepara la pasta fatta in casa per tutta la famiglia. Se ti domandi “ma non lo era la Rasdora?” perché girando sul mio sito hai letto qualcosa in merito, non hai capito male. Infatti l’animo Rasdora è ANCHE quello della sfoglina, assieme a tanti altri aspetti. 

Sulla mia tavola non mancano mai le tagliatelle.. quelle che tiro con il mattarello sul mio tagliere di tiglio. E rigorosamente al ragù, ragù preparato tante ore prima. Cosparse di tanto parmigiano reggiano ovviamente 😉 

Oggi condivido una di quelle ricette must in ogni ricettario, ho cercato di riportare tutte le peculiarità e sfumature della regione.

Tagliatelle al ragù fatto in casa

Ingredienti per la pasta:

  • 1 uovo medio
  • 100 gr di farina grano tenero 00

Ingredienti per il ragù:

  • 300 g di polpa di manzo
  • 300 g di passata di pomodoro
  • 150 g di pancetta di maiale
  • 50 g di carote
  • 50 g di sedano
  • 50 g di cipolla
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • ½ bicchiere di latte intero (facoltativo)
  • brodo vegetale q.b.
  • sale, pepe, olio di oliva extra vergine q.b.

Come fare le tagliatelle al ragù: il procedimento impeccabile!

Premetto che ogni zona dell’Emilia e della Romagna porta in tavola la sua ricetta per il ragù, tanto che pure io ogni volta modifico sempre qualche ingrediente. Oggi vi riporto qui la più gettonata.

Per il ragù alla bolognese:

Tagliare a dadini la pancetta, la carota, il sedano e la cipolla. 

In un tegame far sciogliere la pancetta assieme a 4 cucchiai di olio EVO la carota, il sedano e la cipolla tritati finemente. Far appassire il tutto senza bruciare. 

Ora unire il macinato di manzo: mescolate bene e fate rosolare fino al sfrigolare. Qui fate sfumare con il vino bianco e mescolate per evaporare la parte alcolica.

Questo passaggio è molto importante, altrimenti il vostro ragù saprà solo di vino… mi raccomando!

Riporre anche la passata, amalgamare delicatamente e coprire con il coperchio a fiamma bassa per minimo 2 ore. Di tanto in tanto è bene controllare: se è il caso unire aggiungere qualche cucchiaio di brodo per “bagnare” il ragù.

ragù per pasta fresca
Solo carne selezionate per un ragù di successo!
ragù bolognese
Dopo l’evaporazione aggiungi la rossa polpa!

Dalla mia parte di Emilia il passaggio che vi sto per descrivere, non viene fatto. A differenza di Bologna.  Vi consiglio di provare entrambe le versioni. 

A cottura quasi ultimata unire il latte, salare pepare. 

Togliete il ragù dal fuoco e utilizzatelo per condire la pasta!

E adesso è il momento della pasta… mica me ne sono dimenticata!!!

Come fare le tagliatelle al ragù

Le tagliatelle sono una dei tanti tipi di pasta all’uovo che puoi trovare in Emilia e in Romagna, ma è sempre la regina ogni volta che si parla di “un buon piatto di pasta quotidiano”.

La preparazione è davvero semplice: basta unire uova e farina!

Sul tagliere riponi la farina a fontana e l’uovo intero al suo interno….. vuoi utilizzare il bimby oppure il robot da cucina? Ok, fai come sei più comoda… faccio finta di non vedere niente eheh, per noi tradizionaliste la questione è ben radicata (porta pazienza dai!). 

Tagliere, farina uova e mattarello… che altro?
unisci, unisci
tagliatelle al ragù bologna
unisci tutto e impasta

Aiutandoti con una forchetta unisci la farina e le parti dell’uovo, giunta a unione procedi con le mani per impastare. Fino a formare una palla. 

Ora tira la sfoglia con il mattarello… vuoi usare l’impastatrice??? E va bene dai, adesso porterò pazienza io ahahah. Se procedi con la macchina per la sfoglia allora ti basta “appiattire” per per pezzo la palla. Girare la manovella con i denti per tirare la pasta sempre più sottile.

tagliatelle al ragù
taglia il rotolo di sfoglia in tante “fettine”

Al contrario con il mattarello allunga l’impasto, gira sempre i lati fino ad ottenere un impasto sottile. Ora lascia a seccare per 15 – 20 minuti, a seconda anche dell’ambiente. Una volta secca, arrotola e inizia a tagliare striscioline tante quanto è lungo il rotolo. Circa 1 cm.

… tagliatelle per 2, 4, 6, 10 persone?

La pasta all’uovo è una vera biricchina: non è mai giusta ma sempre abbondante, l’uovo non si può dividere mentre la farina si fa palpare che è una meraviglia. E difficile prendere la misura giusta. 

Ecco perché ti consiglio di non impazzire dietro a mille misure ma come metro di misura considera 1 uovo per 100 gr di farina a persona (esempio per 2 persone: 2 uova e 200 gr di farina).

Pasta al ragù con besciamella

Prova a sostituire le tagliatelle con i rigatoni, dentro a uno stampo con l’aggiunta di besciamella e tanto parmigiano reggiano. Vedrai che bontà!

Siamo giunti al termine di questa preparazione, puoi dire di aver scoperto la pasta al ragù e come si fa!

Ah dimenticavo: questo ragù è adatto anche nella preparazione delle lasagne, devi solo aggiungere la besciamella.. che se fatta in casa è una vera libidine!

A presto,

Rasdora

———————————————-

Con questa ricetta partecipo al progetto NUTRIBIO:

Nutribio: Mangiare consapevolmente” è un progetto promosso dall’associazione dei produttori biologici Orizzonte Campagna con l’obiettivo di valorizzare le produzione agricole biologiche e di promuoverne la conoscenza presso i consumatori. In collaborazione con Regione Emilia – Romagna, all’interno del programma di Sviluppo rurale dell’Emilia – Romagna sostenuto dal Fondo Europeo per lo sviluppo rurale.

Rasdora
Rasdora
Sono una cuoca a domicilio e porto l'Emilia-Romagna nelle case delle persone. Pranzi, cene e molto altro: dai uno sguardo alla mia creatività, commenta o condividila se secondo te può essere di aiuto a chi conosci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *