Fare la lista della spesa perfetta per tutte le tasche | La Rasdora in cucina

Come fare la lista della spesa perfetta: trucchi e consigli della Rasdora

Pane ferrarese: la coppia più buona di Ferrara
13 Maggio 2020
Le 6 regole della Rasdora per cucinare senza sprechi
24 Maggio 2020
come fare la lista della spesa perfetta
Condividi sui social:

Aprire il frigorifero e guardare cosa manca è stressante? Ecco come fare la lista della spesa perfetta in modo divertente!

Come fare la lista della spesa perfetta

Se vogliamo cucinare la lista della spesa dobbiamo fare, c’è poco da dire!

Solitamente “Nel frigo quanta insalata abbiamo? non lo so ci devo guardare” oppure “la carne è finita ma forse ho un hamburger nel freezer… ah no, ricordavo male” e ancora “a casa non ci sono banane, ne prendo un casco tanto sono in offerta” e una volta tornate a casa vi ritrovate con 12 banane. A voglia di mangiarne 1 al giorno!!. 

Insomma queste sono solo alcune delle esclamazioni che sento maggiormente, e ho pensato di condividere con le mie regole per fare la lista della spesa perfetta

Ci tengo a precisare che “perfetta” non si signifca luccicante ma precisa ordinata insomma organizzata, che non ti fa perdere tempo ma risparmiare mangiando qualità! Sì, è possibile!

  1. limitare o evitare in toto gli sprechi
  2. evitare di girovagare fra gli scaffali
  3. avere in necessario anche per fare due spaghi all’ultimo minuto

Questi sono i 3 motivi per cui fare una lista della spesa perfetta… pare poco?? 😀 

Sembra banale lo so ma avere nota di tutto è fondamentale, altrimenti continueremo a dimenticarci il necessario e acquisteremo solo d’impulso cose di cui non abbiamo bisogno. 

Basta stress!!! Fare la lista della spesa è divertente abbiamo detto, ricordi?

Come fare una lista della spesa: 12 consigli!

Spesso quando si parla di risparmio si pensa di dover rinunciare alla qualità. Non è vero, basta chiedere informazioni e valutare il da farsi. 

Ecco alcuni miei trucchi e consigli utili fare una lista della spesa per risparmiare:

  1. crea una lista seguendo la disposizione logica dei reparti e del negozio: esempio all’Esselunga in in genere il primo reparto è frutta e verdura quindi le prime voci della tua lista saranno proprio queste!
  2. raccogli i buoni sconto
  3. controlla tutti i volantini promozionali della tua zona
  4. frutta e verdura li acquisto al mercato settimanale, controllando tutti i banchi, per la quantità che davvero consumo:
    1. acquisto direttamente dal produttore se ho già acquistato da loro e valuto i gruppi di acquisto
    2. se mi reco al supermercato: acquisto italiano, di stagione, sfuso e secondo l’uso. Ad esempio se devo preparare una torta di mele per un cliente non prendo la mela che costa meno perché costa meno ma quella che mi permette il risultato che voglio ottenere e se costa meno tanto meglio!
  5. pesce e carne li acquisto dal negozio di fiducia per il reale consumo:
    1. se mi reco al supermercato controllo la carne già incartata e quella a banco: controlla il colore della carne e l’occhio del pesce per capire la freschezza e bontà del prodotto; il costo rispetto alla quantità.

Inoltre sia per quanto riguarda la macelleria, i prodotti da pescheria evito i preparati che solitamente costicchiano di più considerata la manodopera. Personalmente preferisco acquistare i singoli prodotti per organizzarmi le mie porzioni… sono o no una cuoca? haahah

  1. i prodotti all’inizio dello scaffale (banchi frigo inclusi!) sono quelli in scadenza o comunque meno freschi.. fai attenzione!
  2. Le promozioni… sono messe ben in evidenza ma non sempre sono convenienti per te, confronta i prodotti dello stesso tipo e peso!
  3. i banchi di prodotti prossimi alla scadenza sono ben esposti: io controllo sempre se ci sono prodotti interessanti per me, ma non devono scadere 24 ore dopo. Sono stata male due volte!
  4. porta una penna così da tirare una riga sull’ingrediente che hai già inserito nel carrello
  5. utilizza le borsine di tela o plastica resistente e riutilizzabili: eviti di inquinare l’ambiente. I sacchetti della frutta e verdura biodegradabili sono validi anche per l’umido.
  6. vado al supermercato dopo aver mangiato… a stomaco vuoto avresti la tendenza a comprare anche quello che non mangi mai!
  7. fai spesa in un giorno preciso della settimana: in questo modo fai acquisti in tranquillità. E’ importante questo aspetto se vogliamo fare la spesa intelligente: quando hai poco tempo e sei di fretta non compri tutto ciò di cui hai bisogno per mettere in tavola pranzo e cena.

Lista della spesa…. della verdura e della frutta!

Ebbene sì anche la frutta e la verdura hanno bisogno della loro lista se il nostro intento è quello di fare una spesa intelligente!

Lo dico sempre, quanto è importante vivere secondo le stagioni: significa vivere secondo un ciclo naturale. 

Acquistare di stagione perchè: 

  1. ci nutriamo secondo le richieste del nostro organismo
  2. portiamo in tavola diverse qualità e colori 
  3. è economico soprattutto se acquistato direttamente dal contadino.

Cerchi il calendario delle stagioni? Giuro che arriverà presto ma nel frattempo guarda qualche mia ricetta di stagione: 

Lista della spesa per single

Anche i single sono impegnati nella spesa settimanale… eh sì tocca a tutti ma non preoccupatevi, ho consigli anche per voi

Gli acquisti di stagione valgono anche per voi: è un modo per prendervi cura della vostra salute, risparmiando qualcosina. 

Per comodità immagino acquistiate tutto in un unico negozio.

Consiglio comunque di farsi un giro al mercato settimanale e consultare i gruppi di acquisto, immagino abbiate colleghi e altri amici single interessati a mangiare bene risparmiando. Lo stesso vale se i vostri amici e colleghi abbiano una famiglia: forse gli fate un favore, a patto acquistiate solo la quantità che davvero consumate. 

Altra cosa, nei supermercati le confezioni sono maxi oppure per più di una persona. Ecco in questo caso vi consiglio di acquistare quelle confezioni e dividervi il prodotto sulla settimana e quanto avanza va direttamente nel freezer per un altro momento. 

Tenete valide le logiche con cui fare la lista della spesa, scritte sopra: recatevi al supermercato con una lista organizzata, secondo la disposizione dei reparti, i volantini, nei giorni in cui siete più sereni e soprattutto a stomaco pieno.

Creare una lista della spesa: gli strumenti!

Basta armarsi di un foglio e una penna magari appiccicati al frigorifero o all’anta interna della dispensa. 

Per ricevere il tuo esempio personalizzato (gratis), lasciami la tua migliore mail qui:

Lista della spesa con excel, le app mobile o il blocco notes!

Io preferisco il blocco notes per fare una lista della spesa intelligente. Difatti se apro l’anta della dispensa ne trovo uno piccolo appiccicato completo di penna. 

Ad utilizzare la carta metto nero su bianco e mi sento di gestire questa mia responsabilità. 

Ma non siamo tutti uguali, lo so e per questo dico che esistono app da scaricare sul nostro smartphone (Android): 

Per EXCEL addicted, se si tratta di Fogli della piattaforma Google è uguale, consiglio di crearsi una bella lista della spesa intelligente con Excel:

  • colonne: ogni colonna riporta il nome della categoria merceologica (prodotti per la cura della persona) oppure il nome del reparto del supermercato
  • righe: ogni riga contiene il nome del prodotto acquistato più spesso oppure il prodotto presente a scaffale

Nota bene: nel caso in cui utilizzi le colonne/righe con voci generiche significa avere la corsia del reparto davanti a noi (immaginiamo) e scegliere che cosa davvero dobbiamo mettere nel carrello. 

Una visione davvero utile: e se nella tabella ci fossero anche le quantità che consumiamo, quelle che riusciamo ad acquistare, il prezzo di vendita e lo spazio per indicare se è in promozione oppure no? Secondo me è davvero analitica come tabella certo, ma funzionale. 

Se ci pensi puoi anche fare il totale della spesa e se spendi di più o di meno comprendi subito il motivo. 

Spesa settimanale: la lista perfetta a 20€ o 50€?

Quando si parla della lista della spesa intelligente si deve tenere conto dell’organizzazione dei pasti sui giorni della settimana. 

In pratica si tratta di organizzare una tabella dove indicare cosa e quanto mangeremo il Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato e Domenica. Nel fare questo calcolo è necessario tenere a mente anche eventuali inviti all’ultimo. Di fatti se decidi di accettare, quel pasto lo scali al giorno successivo. 

Rispetta le tue scelte, crea una nuova abitudine di consumo e risparmio… solo tu puoi prenderti cura di te!

Ultimo consiglio: prima di partire in quinta, trova il tuo modello e per questo ti consiglio di darti un tetto massimo mensile di spesa. Ad esempio 100€ al mese (a persona) per la spesa alimentare e valuta l’effettiva necessità di quegli acquisti che ti fan sforare questo tetto. 

I soldi sono solo un mezzo, avere ansia ti porta due risultati: spendere di più e in malo modo. Se un mese spendi meno di quel tetto controlla ugualmente da che cosa è dovuto ma non fartene una colpa e ciò che avanza inseriscilo sotto la face risparmi. 

Come puoi capire gestire l’aspetto emotivo è fondamentale

Vuoi sapere come fare la lista perfetta della spesa mensile?

Se parliamo di spesa mensile aggiungo una regola: guardate quanto consumate e di che cosa maggiormente nell’arco di un mese. Prendetene nota così da acquistarlo la volta successiva valutando nel caso di offerte promozionali o gruppi di acquisto.

Per il resto sono valide tutte le logiche consigliate nelle righe precedenti, non è complicato!

Che ne pensi di tutti questi consigli: ne segui già qualcuno? Li trovi interessanti?Hai dubbi?

Scrivi un commento, io ti rispondo subito!

Rasdora

Rasdora
Rasdora
Sono una cuoca a domicilio e porto l'Emilia-Romagna nelle case delle persone. Pranzi, cene e molto altro: dai uno sguardo alla mia creatività, commenta o condividila se secondo te può essere di aiuto a chi conosci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *