Non è compleanno se non c'è la crostata di frutta | La Rasdora in cucina

Non è compleanno senza una crostata di frutta (senza cottura!)

Bargnolino: il liquore derivato dal Prugnolo selvatico!
12 Agosto 2017
Nocino: liquore reggiano per allietare il dopo pasto
16 Agosto 2017
crostata di frutta senza cottura
Condividi sui social:

Ogni anno per me non è compleanno se non c’è la crostata di frutta. La ricetta di oggi è senza cottura e adatta a chi è intollerante al lattosio. Provala anche tu!

Se festeggio la mia nascita fuori casa, non può mancare la torta di frutta. Sono di un pignolo con lo Chef!

Quest’anno abbiamo festeggiato tutti i compleanni di casa e volevo cimentarmi in una nuova versione della mia seconda ricetta preferita. Si perché fin da piccola nonna mi preparava la crostata con la sua marmellata di prugne. Ho trovato un ottima alternativa qui in una nuova versione e bigusto.

La crostata di frutta senza cottura!

La crostata di frutta senza cottura ricorda molto la preparazione delle cheesecake. In particolare i prodotti utilizzati sono adatti a coloro che sono intolleranti al lattosio viste le esigenze degli invitati ma viene ugualmente bene con i prodotti classici.

Gli ingredienti:

  • 350 gr di biscotti tipo Orosaiwa
  • 150 gr di burro
  • 250 gr di mascarpone
  • 200 gr di panna liquida
  • 1 frutta per tipo (melone, mirtilli, pesca, fichi, kiwi, arancia e quella di stagione che non diventa subito nera!)
  • 3 cucchiai di miele

Il procedimento per fare una crostata di frutta senza cottura!

La crostata di frutta è semplice da preparare. Complessivo dico 30 minuti fra base e crema ma varia a seconda di come ti organizzi il piano di lavoro.

LA BASE

Per prima cosa sciogli in un pentolino 150 gr di burro insieme a 3 cucchiai di miele. Lasciar raffreddare un poco e nel mentre sbriciola i 350 gr di biscotti.

base per crostata alla frutta senza cottura
Crea la base una base diversa dal solito: trita i biscotti secchi

In questa occasione ho fatto due stampi realizzando una base diversa: uno stampo riporta i biscotti sbriciolati a mano e come normale che sia i pezzetti risultano più grossi, il secondo invece riporta i biscotti sbriciolati nel robot.

Per questioni di tempo e libertà di azione nei movimenti consiglio di sbriciolare nel robot e aggiungere poi il composto freddo (burro+miele)

A seconda di come triti puoi ottenere una grana diversa

Ho utilizzato gli stampi di alluminio: quelli medi vanno benissimo.

Ricopri di carta forno lo stampo, disponi per bene il composto di biscotti con burro e miele e fai riposare in frigorifero per 30 minuti circa. In questo modo hai creato la base che diventa bella dura.

LA CREMA DI MASCARPONE

Prepariamo anche la crema. Consiglio di conservare tutto il materiale in frigo e utilizzarlo freddo, considera che dovrai montare il tutto e con il caldo estivo non sei di certo in una bella situazione.

Utilizza il robot: poni il mascarpone e un poco di zucchero a velo, gira il tutto per pochi minuti. In un contenitore diverso e sempre freddo aggiungi la panna liquida e monta per qualche minuto alla stessa velocità.

Consiglio di non montare la panna ad una velocità troppo alta, la panna caglierà!

Unisci mascarpone e panna montata lentamente così da non perdere il gonfio della montatura. Ora la base è pronta per essere ricoperta dalla crema di mascarpone.

Per un effetto wow puoi utilizzare la sac à poche e fare dei fiocchetti, delle strisce a forma di onda oppure spalmare la crema in modo classico.

attenzione al calore del robot: se il calore è tanto smonta la crema!
spalma la crema di mascarpone sulla base

FARCIA

Poni la torta ricoperta in frigorifero per 30 minuti. Durante questo periodo taglia la frutta a fette. Elimina la buccia.

Consiglio di utilizzare la frutta di stagione e in particolare quella che non diventa subito nera!

Preleva dal frigorifero la base: poni la frutta a effetto, i colori e il design donano maggiore bontà 😉

crostata di frutta senza cottura
decora la crostata come più ti piace

Il risultato è stato davvero ottimo, per l’occasione ho preparato due tipi di farcia e ho utilizzato prodotti senza lattosio ma nulla vieta di rifarla con prodotti tradizionali.

A presto,

la Rasdora

Rasdora
Rasdora
Sono una cuoca a domicilio e porto l'Emilia-Romagna nelle case delle persone. Pranzi, cene e molto altro: dai uno sguardo alla mia creatività, commenta o condividila se secondo te può essere di aiuto a chi conosci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *